FAQ

Frequently Asked Questions

COVID-19 - Linee guida

COVID-19 - Green Pass

  • Da quando sarà obbligatorio il green pass?

    Secondo il DL n° 105 del 23/07/2021 il Green Pass obbligatorio per frequentare il Club entrerà in vigore dal 6 agosto 2021. Le disposizioni non si applicano ai bambini e ragazzi esclusi per età dalla campagna vaccinale (sotto i 12 anni) e ai soggetti esenti sulla base di idonea certificazione medica.

  • Una dose di vaccino è sufficiente per avere il green pass?

    Sì, basta una sola dose. In alternativa, il Green Pass si ottiene se si è guariti dal Covid nei 6 mesi precedenti o se si è fatto un tampone antigenico (veloce), salivare o melecolare nelle 48 ore precedenti.

  • Che validità ha il certificato?

    Quello della prima dose fino alla seconda dose; quello della doppia dose ha validità di 9 mesi.

  • Per usufruire del bar/ristorante del club serve il green pass?

    Il green pass è obbligatorio per coloro che richiedono il servizio al tavolo al chiuso, non sarà obbligatorio per coloro che usufruiranno dei servizi al bancone o nei tavoli esterni.

  • Anche i bambini devono avere il green pass?

    No, viene richiesto a partire dai 12 anni compiuti.

  • Chi è esentato dall’obbligo di avere il green pass?

    Coloro i quali usufruiscono dei servizi outdoor e che firmano opportuna autocertificazione; i soggetti che abbiano idonea certificazione medica di guarigione da Covid; i soggetti che hanno certificato di avvenuta vaccinazione anche di una dose, tampone effettuato 48 ore prima.

  • Se una persona non ha ancora ricevuto il green pass, cosa deve fare?

    Dopo aver ricevuto un SMS con il codice authcode, dovrà inserirlo sulla pagina www.dgc.gov.it oppure sulla app Immuni. Sulla app IO, invece, compare diversamente. Al momento vale anche la certificazione cartacea.

  • Se non ho il green pass cosa succederà al mio abbonamento?

    Come previsto dal DL n° 105 del 23/07/2021, non sono previste formule di sospensione e/o rimborso dell’abbonamento a chi ritenesse di non presentare il Green Pass nelle sue 3 possibilità (certificato di avvenuta vaccinazione anche di una dose, tampone o certificato di avvenuta guarigione da Covid) obbligatorio per accedere a tutte le aree indoor del Club.

  • Sono previste sanzioni per gli esercenti?

    I titolari o i gestori dei servizi e delle attività autorizzati previa esibizione del Green pass sono tenuti a verificare che l’accesso a questi servizi ed attività avvenga nel rispetto delle prescrizioni.

    In caso di violazione, può essere elevata una sanzione pecuniaria da 400 euro a 1000 euro sia a carico dell’esercente, sia dell’utente. Qualora la violazione fosse ripetuta per tre volte in tre giorni diversi, l’esercizio potrebbe essere chiuso da 1 a 10 giorni.

  • Il green pass quando è valido e quando viene revocato?

    La generazione avviene per:

    • la somministrazione del vaccino contro il virus SARS-CoV-2;
    • l’effettuazione di test antigenico rapido o molecolare al virus SARS-CoV-2 con esito negativo;
    • l’avvenuta guarigione da COVID-19 attestata da una struttura sanitaria afferente ai Servizi sanitari regionali, da un medico di medicina generale, da un pediatra di libera scelta, da un medico USMAF o SASN.
  • Il green pass quando è valido e quando viene revocato?

    La generazione avviene per:

    • la somministrazione del vaccino contro il virus SARS-CoV-2;
    • l’effettuazione di test antigenico rapido o molecolare al virus SARS-CoV-2 con esito negativo;
    • l’avvenuta guarigione da COVID-19 attestata da una struttura sanitaria afferente ai Servizi sanitari regionali, da un medico di medicina generale, da un pediatra di libera scelta, da un medico USMAF o SASN.

    La certificazione verde cessa di esser valida se una struttura sanitaria afferente ai Servizi sanitari regionali, un medico di medicina generale, un pediatra di libera scelta o un medico USMAF o SASN comunichi alla Piattaforma nazionale-DGC, attraverso il Sistema TS, la positività al SARS-Cov-2 di una persona vaccinata o guarita da SARS-CoV-2. La piattaforma nazionale genera una revoca dei green pass COVID-19 eventualmente già rilasciate alla persona e questo identificativo viene inserito nella lista delle certificazioni revocate e comunicate al sistema di gateway europeo.

  • Come verificare la validità del green pass?

    Per verificare la validità del certificato verde è disponibile l’APP gratuita VerificaC19 del Governo. La verifica perchè l’accesso alla palestra, piscina o centro sportivo avvenga nel rispetto delle prescrizioni del decreto deve essere effettuata dai titolari o gestori dei servizi e delle attività.

    Le modalità per le verifiche delle certificazioni verdi COVID-19 dovranno esser effettuate con le modalità indicate dal decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, di concerto con i Ministri della salute, per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale, e dell’economia e delle finanze, sentito il Garante per la protezione dei dati personali, dove sono individuate le specifiche tecniche per trattare in modalità digitale le certificazioni assicurando la protezione dei dati personali.

    In attesa di ulteriori aggiornamenti ed eventuali integrazioni con i software di gestione e controllo accessi ti segnaliamo che per verificare la validità del Green Pass, rispettando le normative di privacy e conservazione dei dati di questo tipo, è disponibile l’APP gratuita VerificaC19.

    Nota Bene: l'autocertificazione NON sostituisce mai in nessun caso il Green Pass nel caso di utilizzo di aree ed attività indoor. Inoltre, il frequentante è responsabile del contenuto dell’autocertificazione e, in caso di dichiarazioni false, il dichiarante rischia sanzioni penali, oltre che di decadere dai benefici ottenuti con l’autocertificazione in cui sono contenute le dichiarazioni non veritiere. L’autocertificazione è esente dall’imposta di bollo.

Generali

  • Che cosa occorre per l'iscrizione?

    Oltre ai dati anagrafici completi e l’accettazione del regolamento, per l'iscrizione è necessario presentare un certificato medico per attività non agonistica.

  • Il certificato medico è obbligatorio?

    Sì. A seguito anche del DM 8/8/2014, poiché Polisportiva Interamnia SSD a rl è una società sportiva dilettantistica affiliata alla Federazione Italiana Nuoto e all’ente di promozione sociale UISP per tutte le attività organizzate.

    Che tipo di certificato medico serve?

    È necessario esibire un certificato medico di idoneità all’attività sportiva non agonistica. Il certificato medico ha validità di 12 mesi dalla data di rilascio. Certificati difformi a quanto sopra non possono essere accettati.

    A chi posso rivolgermi per ottenere il certificato medico?

    Il certificato di idoneità all’attività sportiva non agonistica può essere prodotto dal medico di medicina generale o dal pediatra di libera scelta o da un medico specializzato in medicina dello sport. In assenza di certificato medico in corso di validità non è possibile praticare alcuna attività organizzata.

Palestra

Piscina

  • Il cloro può dare luogo a irritazioni?

    La quantità massima di cloro libero in vasca è di 1,5 mg/l (parti per milione), ampiamente al di sotto della soglia di tollerabilità (è il valore più restrittivo fra i paesi UE) e mantenuto automaticamente da un sistema automatizzato, al quale si affianca un programma di controlli manuali a cura dei nostri operatori.

    I valori di cloro, PH, temperatura dell’acqua sono riportati su un pannello informativo in reception.

  • Alcune semplici regole da seguire per frequentare i corsi di nuoto acquamotricità
    • La doccia? Certo, sempre, per genitori e bambini, prima di entrare in vasca.
    • Le mamme? Senza trucco e con i capelli raccolti: anche i bambini apprezzeranno.
    • Sorridiamo, non mastichiamo: nessun chewin gum in bocca durante i corsi.
    • La pulizia è fondamentale: dopo la lezione diamo da mangiare ai nostri bambini fuori dagli spogliatoi.
    • Pannolino e costume contenitivo sono obbligatori? Sì, per l’igiene vostra e dei vostri bambini.
    • La cuffia è importante per l’igiene di tutti: dai 24 mesi è obbligatoria per papà, mamma e bambino.
    • A 24 mesi i nostri bambini sono ancora piccoli ma...già sufficientemente grandi per poter stare con un solo genitore in vasca.
    • Muoversi in acqua mette appetito: meglio che i bambini mangino due ore prima di entrare in acqua. La frutta è l’ideale mentre è meglio evitare yogurt o latte (eccetto latte materno).
  • Accesso al piano vasca e agli spogliatoi

    L’accesso agli spogliatoi può avvenire quindici minuti prima dell’orario del corso: per aprire il tornello per accedere al piano vasca è necessario il badge al costo cauzionale di € 5,00. In caso di smarrimento del badge la cauzione non sarà recuperabile.

    Nello spogliatoio dei bambini possono accedere genitori di sesso opposto per evitare qualsiasi forme di discriminazione genitoriale.

Struttura

  • Gli spogliatoi sono forniti di armadietti, docce e phon?

    Si. Gli spogliatoi sono forniti di armadietti che si chiudono con un lucchetto (il lucchetto non è messo a disposizione dalla Polisportiva è non possibile acquistarlo presso la segreteria). Le docce e phon sono a disposizione di tutti e non necessitano di monete per usufruirne.

  • Cosa devo portare per accedere nell'area SPA?

    Per accedere all’area benessere è necessario avere con sé accappatoio e ciabatte.

    Per accedere alla Spa i clienti devono indossare costume, accappatoio e ciabattine. La zona Beauty & SPA fornisce un telo e le ciabattine mentre il costume è personale. Chi volesse può acquistarlo direttamente in struttura. L’uso dell’accappatoio è obbligatorio, è possibile portare il proprio o noleggiarlo al costo di 5€. La cuffia non è necessaria.